Come cambia la figura dello psicologo: la psicoterapia online

Come cambia la figura dello psicologo: la psicoterapia online

In un mondo in cui l’accessibilità ai servizi online si diffonde in modo capillare e le informazioni si scambiano sempre più velocemente, anche la figura dello psicologo sta cambiando. Da sempre considerato nell’immaginario comune come professionista della salute mentale che riceve il paziente nel suo studio, in pochi sanno che anche la figura dello psicologo si adegua mediante l’utilizzo di nuove piattaforme di consulenza psicologica online per raggiungere sempre più utenti connessi in rete.

Cosa si intende per consulenza psicologica online?

La consulenza psicologica online è un intervento a distanza mirato a supportare la persona in un momento di crisi, mentre sta attraversando una condizione acuta di sofferenza, o può essere impiegata come un sostegno nella crescita personale. A volte non è possibile rivolgersi ad un professionista in tempi brevi per difficoltà a raggiungere lo studio, oppure ci si pongono ostacoli per problemi di timidezza; in questi casi la consulenza psicologica online diventa una possibilità concreta d’aiuto.
Infatti, dietro ad un consulto online c’è uno psicologo psicoterapeuta preparato che accoglie la richiesta fornendo un aiuto mirato. Attraverso i suoi strumenti del mestiere come l’ascolto e l’empatia e un orientamento solution-oriented, lo psicologo ha la possibilità di muoversi anche in contesti diversi dal classico approccio in studio.

Tra le modalità utilizzate dal professionista psicologo nel momento in cui decide di intervenire con la consulenza psicologica online, vi sono:

  • Consulenza psicologica tramite posta elettronica: l’utilizzo della e-mail diventa un modo per raccontare i propri vissuti e per riorganizzare le idee. In genere viene utilizzata come primo contatto tra il professionista psicologo e l’utente;
  • Consulenza psicologica tramite chat: piattaforme come facebook o messenger permettono la comunicazione in tempo reale facilitando anche qui un primo contatto tra psicologo e utente e con la finalità d’inquadrare la domanda d’aiuto e di fornire la strada migliore da intraprendere per lavorare sul problema;
  • Consulenza psicologica in videoconferenza: in questo caso viene utilizzata generalmente la piattaforma Skype. Sono necessarie per uno scambio audio/video tra professionista psicologo e utente un pc, una webcam e una connessione internet veloce. La consulenza psicologica in video, a cui potranno seguire ulteriori sedute di videoconsulenza per intervenire sulla soluzione del problema, può essere efficace tanto quanto la prima seduta presso lo studio di un professionista.

Ricerche sull’efficacia della consulenza psicologica online

La consulenza psicologica online è molto utilizzata nei paesi anglosassoni dove sono stati creati dei servizi online in seno a strutture afferenti al servizio sanitario per permettere l’accesso ad un aiuto psicologico anche a chi sarebbe nell’impossibilità di recarsi presso lo studio di un professionista.
Questo approccio si sta diffondendo anche in Italia, malgrado la diffidenza di alcuni professionisti psicologi che riterrebbero l’intervento online carente nella possibilità di trasmettere e comprendere i messaggi non-verbali e paraverbali (tono della voce, il timbro, il ritmo, ecc.) tramite video. Le limitazioni riguarderebbero anche la difficoltà nell’utilizzo dello strumento tecnologico da parte di alcuni utenti.
Gli interventi psicologici online, definiti spesso internet delivered web based nella letteratura scientifica, sono stati tuttavia oggetto, negli ultimi due decenni, di numerosi studi scientifici che ne hanno validato l’efficacia nei più disparati contesti clinici, ed ormai è disponibile un’ampia mole di evidenze che ne supportano l’utilizzo, non solo per la loro efficacia e costo-efficacia che risulta almeno pari a quella delle terapie con approccio tradizionale off-line, ma anche grazie al fatto che consentono un più facile ed estensivo accesso all’utenza, risultando pertanto vantaggiose in termini di compliance[1].

Per avere solo un’idea del loro utilizzo nei vai ambiti clinici si possono citare gli studi eseguiti per il trattamento dei disturbi alimentari [2], nel disturbo ossessivo compulsivo [3], attacchi di panico [4,5,6,7], disturbo post-traumatico da stress [8] e nel trattamento delle vittime di abusi, lutto [9] e dipendenze [10]. Gli interventi terapeutici mediati da internet si sino rivelati efficaci anche per disturbi come la depressione [11] e la terapia di coppia [12], contesto nel quale si è rivelato di grande valore il superamento di resistenze a recarsi in coppia dal terapeuta grazie allo strumento web.

Per questo molti psicologi hanno portato la loro esperienza sul web accogliendo coraggiosamente la richiesta di un’utenza che richiede una maggiore accessibilità alle cure psicologiche tramite queste tecnologie. La figura dello psicologo cambia insieme a tutte le altre attività umane, rendendosi più vicina all’utenza mediante l’abbattimento di quelle barriere che altrimenti allontanerebbero la persona dall’accesso ai servizi psicologici.

I 3 benefici della consulenza psicologica online

Quando parliamo di benefici della consulenza psicologica online parliamo di un potenziale che meriterebbe una maggiore attenzione e conoscenza per l’utente che vuole liberamente usufruire ai servizi psicologici presenti sul web. La consulenza psicologica online mostra questi 3 preziosi benefici:

  1. La possibilità per persone che presentano una mobilità limitata, difficoltà di accesso ai servizi di salute mentale, periodi di lontananza da casa e trasferimenti all’estero per lavoro o motivi personali. In questo modo si dà la possibilità a qualsiasi utente di poter chiedere aiuto e di non sentirsi “solo” di fronte ad un cambiamento importante di vita;
  2. Permette il superamento della stigmatizzazione sociale causata dal pregiudizio, errato ma ancora purtroppo radicato nella nostra società, che lo psicologo è per i “malati di mente”. In realtà lo psicologo è una figura professionale rivolta a quelle persone che vogliono superare un momento di crisi recuperando un benessere grazie all’apprendimento di strategie per migliorare la propria vita. La possibilità offerta dal servizio di consulenza psicologica online permette agli utenti, che hanno bisogno dell’aiuto di un professionista ma sono bloccati da remore culturali sul recarsi fisicamente da uno psicologo, di potersi sentire liberi e disinibiti nell’utilizzare i servizi psicologici online;
  3. In ultimo, il grande potenziale che oggi offrono le piattaforme di videoconferenza nel disporre di uno spazio percepito come fisico nell’incontro tra utente e professionista psicologo chiamata “telepresenza”.

Conclusioni su un mondo “psico-logicamente sempre più tecnologico”

Per quanto le potenzialità tecnologiche possano costituire un valido supporto nella fruizione di molti servizi tra cui i servizi di consulenza psicologica, non dobbiamo dimenticare che ogni strumento può nascondere insidie. Da diversi anni si parla di dipendenza da internet come uno delle conseguenze dell’uso massiccio della tecnologia nelle nostre vite.
Ognuno di noi possiede uno smartphone e se alcuni anni fa l’uso del pc era limitato al tempo che si passava dentro casa adesso la tecnologia la portiamo praticamente sempre dietro. È evidente che per quelle persone che presentano un disturbo come la dipendenza da internet si consiglia il trattamento vis-à-vis. Ma è innegabile che i vantaggi dell’utilizzo dello strumento tecnologico sono tanti in termini di costi, di tempo e di benefici. Tra questi la consulenza psicologica online ha in sé grandi potenzialità nel raggiungere una vasta utenza ed è in grado di rispondere tempestivamente alle più svariate richieste.

Bibliografia

Rogers MA, Lemmen K, Kramer R, Mann J, Chopra V.  Internet-Delivered Health Interventions That Work: Systematic Review of Meta-Analyses and Evaluation of Website Availability. J Med Internet Res. 2017 Mar 24;19(3):e90

ter Huurne ED, de Haan HA, Postel MG, van der Palen J, VanDerNagel JE, DeJong CA.  Web-Based Cognitive Behavioral Therapy for Female Patients With Eating Disorders: Randomized Controlled Trial.  J Med Internet Res. 2015 Jun 18;17(6):e152.

Lenhard F, Ssegonja R, Andersson E, Feldman I, Rück C, Mataix-Cols D, Serlachius E. Cost-effectiveness of therapist-guided internet-delivered cognitive behaviour therapy for paediatric obsessive-compulsive disorder: results from a randomised controlled trial.  BMJ Open. 2017 May 17;7(5):e015246

Richards J, Klein B, Carlbring P. Internet-based treatment for panic disorder. Cogn Behav Ther. 2003;32(3):125-35.

Klein B, Richards JC, Austin DW.  Efficacy of internet therapy for panic disorder. J Behav Ther Exp Psychiatry. 2006 Sep;37(3):213-38.

Kiropoulos LA, Klein B, Austin DW, Gilson K, Pier C, Mitchell J, Ciechomski L. Is internet-based CBT for panic disorder and agoraphobia as effective as face-to-face CBT? J Anxiety Disord. 2008 Dec;22(8):1273-84.

Wims E, Titov N, Andrews G, Choi I. Clinician-assisted Internet-based treatment is effective for panic: A randomized controlled trial.  Aust N Z J Psychiatry. 2010 Jul;44(7):599-607

Internet-based interventions for posttraumatic stress: A meta-analysis of randomized controlled trials.  Kuester A, Niemeyer H, Knaevelsrud C. Clin Psychol Rev. 2016 Feb;43:1-16

Kersting A, Dölemeyer R, Steinig J, Walter F, Kroker K, Baust K, Wagner B. Psychother Psychosom. 2013;82(6):372-81. Brief Internet-based intervention reduces posttraumatic stress and prolonged grief in parents after the loss of a child during pregnancy: a randomized controlled trial.

Spijkerman R1, Roek MA, Vermulst A, Lemmers L, Huiberts A, Engels RC. Effectiveness of a web-based brief alcohol intervention and added value of normative feedback in reducing underage drinking: a randomized controlled trial. J Med Internet Res. 2010 Dec 19;12(5):e65.

Perini S, Titov N, Andrews G.  Clinician-assisted Internet-based treatment is effective for depression: randomized controlled trial. Aust N Z J Psychiatry. 2009 Jun;43(6):571-8.

Cicila LN1, Georgia EJ1, Doss BD1. Incorporating Internet-based Interventions into Couple Therapy: Available Resources and Recommended Uses. Aust N Z J Fam Ther. 2014 Dec;35(4):414-430.

Lascia un commento